NOTIZIE 2008

 

“Forze occulte”: il popolo fregato da “destra” e da “sinistra”


di CPE - Coordinamento Progetto Eurasia.


Un Paese è veramente libero quando la sua politica si svolge alla luce del sole e nell'interesse della nazione.

"Forces Occultes" è un film francese del 1943 promosso dai nazionalsocialisti nella “Francia occupata" nell'ambito delle attività contro le Logge massoniche che culminarono nella "Mostra antimassonica" di Parigi. Il regista, Paul Riche [1], per la realizzazione del film si avvalse della consulenza dell’ex massone Jacques Rivière e dello studioso Bernard Fay [2], basandosi su documenti requisiti dai tedeschi - che trasformarono la sede della Gran Loggia in quella del controspionaggio per le attività massoniche - nelle sedi della Massoneria francese.
“Forces Occultes” è a tutti gli effetti di un’opera unica nel suo genere.
Perché? L’attività delle Logge, dietro la cortina fumogena dei partiti ufficiali, gettati in pasto agli allocchi per i ‘ludi elettorali’, è una caratteristica specifica delle “moderne democrazie”. Il gioco è questo: apparentemente, tutto viene deciso nella “dialettica democratica”, in realtà, tutto si decide altrove. La prova che è così la si riceve quando chi va a toccare le connessioni tra politica, affari e logge finisce male: a ciò non fa eccezione l’attività di quei magistrati onesti che vogliono vedere chiaro in questo indecente e raggirante sottobosco (la fine del Pm De Magistris ne è l’ultimo esempio). Anche la morte (reale e figurata) di alcuni uomini politici “scomodi” viene decisa all’ombra della squadra e del compasso.
Le vere decisioni nelle “democrazie” vengono perciò prese ad un livello che sfugge completamente al controllo del popolo. La pretesa “vita democratica” fatta di giri di valzer televisivi in cui i politici “polemizzano” ogni giorno su un argomento diverso (tranne che su quel che davvero incide sulla vita del popolo: perché nessun politico chiede che cosa ci stanno a fare in Italia oltre 100 installazioni militari Usa e Nato?) si riduce ad una fregatura per la maggioranza, ignara dell’inganno che si consuma “dietro le quinte” di un teatrino della politica ben rappresentato in questo magistrale film, dove si vedono la “destra” e la “sinistra” inscenare un’inconcludente gazzarra mirata al malgoverno pilotato e al danneggiamento dell’interesse nazionale (che non è, ça va sans dire, quello agitato a sproposito da chi l’ha scambiato per il proprio tornaconto di maragià al servizio del padrone venuto per “liberarci” e mai più andatosene). Ecco spiegato perché “destra” e “sinistra” sono sistematicamente contro coloro che escono dalla dicotomia entro la quale esse si giustificano a vicenda: perché sono entrambe filiazione delle Logge segrete!
Questo è un discorso che rivolgiamo a tutti coloro che, in buona fede, s’impegnano per far sì che l’Italia non sia più serva dell’Angloamerica, della Nato, del Sionismo, di Bruxelles e finisca di essere un Paese a “sovranità limitata” per potersi poi scegliere, in libertà, i propri amici, in Eurasia ed altrove, senza equivoci piccolo-nazionalistici. Ma se credete che l’Italia debba liberarsi “da Berlusconi”, “dai fascisti”, “dai comunisti” o da qualche altra controfigura, allora continuate a farvi ridere addosso dai grembiulini. E se non v’interessa l’Italia perché siete “cittadini del mondo”, andatevi pure ad iscrivere a qualche Loggia, tanto la vostra mentalità è esattamente la stessa.
Agli altri diciamo: guardate bene all’interno dei vostri ambienti e fate pulizia; controllate perché nei momenti decisivi i vostri capi si comportano stranamente; perché vi indicano obiettivi diversi da quelli che, invece, dovrebbero essere perseguiti se l’azione fosse coerente con le parole d’ordine; perché vi mandano contro qualcuno o qualcosa che invece non è il vostro “nemico”. Quelli sono i veri “infiltrati”, bardati da “destra” e da “sinistra” nella sartoria della Gran Loggia!
Un’ultima parola. Come già detto per le considerazioni sull’antifascismo [3], è opportuno ribadire che queste nostre considerazioni non muovono da “filo-nazismo”, non trattandosi ai nostri giorni di tifare per quello o quell’altro soggetto del passato, bensì di ricavare da tutte le esperienze politiche trascorse ciò che può essere d’insegnamento per perseguire l’obiettivo principale, che è la liberazione della nostra terra, l’Italia, dall’occupante anglo-americano, che si serve di queste “forze occulte” per meglio imporre il suo dominio politico, economico, culturale e militare.

***

Per vedere il film, con sottotitoli in italiano (da una proiezione fatta da Rai3), si può scegliere 1) di fare clic sul collegamento col tasto sinistro del mouse e vederlo on line; 2) fare clic col tasto destro e salvarlo sul proprio computer:
http://www.cpeurasia.org/Forces%20Occultes%20%28Paul%20Riche%20-%201943%29.avi [4]
Chi non la connessione a banda larga (adsl), anziché scaricare la versione che mettiamo a disposizione, può vedere il film su internet (in qualità più scadente e senza sottotitoli in italiano):
http://dailymotion.alice.it/video/xocxn_forces-occultes-propagande-de-vichy


________________________________________
[1] Il quale, dopo la “liberazione” fece una brutta fine…: http://fr.wikipedia.org/wiki/Forces_occultes#Interpr.C3.A9tation
[2] Autore di “La massoneria e le rivoluzioni intellettuali del settecento” (trad. it. Edizioni di Ar, Padova 1999).
[3] http://www.cpeurasia.org/?read=7479
[4] Per visualizzarlo meglio, si consiglia di scaricare il programma - gratuito - VLC media player: http://www.videolan.org/vlc/
 


14/02/2009


pagina di alzo zero

home page