NOTIZIE 2009

 

Stati Uniti: vice ministro Reagan, Stati Uniti e Israele presenti nei disordini di Teheran

Venerdì - 26 Giugno 2009 - fonte Radio Irib


WASHINGTON- Il vice-ministro del Tesoro dell'amministrazione Reagan ed uno degli uomini più emblematici di quella amministrazione, Paul Craig Roberts ha dichiarato che nei disordini in Iran è facile scorgere l'orma di americani e israeliani. Secondo l'agenzia Irna, Paul Roberts, membro della Legione d'Onore, nel suo articolo intitolato "L'Iran corre un rischio più grande di quanto si possa immaginare", e pubblicato oggi su numerosi siti americani
ha ricordato il ruolo chiave degli Stati Uniti nel golpe del 1953 in Iran contro il governo Mosaddeq. Roberts, propone un'attenta analisi dei fatti degli ultimi giorni a Teheran e ricorda che gli slogan scritti in inglese e portati dai dimostranti sono una conferma che quegli slogan non sono stati ideati dagli iraniani. Roberts aggiunge: "Ci saranno anche veri dimostranti, scrive Roberts, ma non ho dubbi che tra loro ci sono elementi pagati dagli Stati Uniti per compiere azioni violente e far salire la tensione". Al termine Roberts ha criticato i media americani per essersi sbilanciati a favore di un candidato ed aver proclamato la possibilità di brogli ancor prima del voto. Egli ha concluso: "I media americani denunciano brogli perchè dalle urne non è uscito ciò che si auguravano. Non è professionale dire che ci sono stati brogli quando tutte le stime esistenti prima delle elezioni, davano per vincitore assoluto Ahmadinejad".


30/06/2009


pagina delle notizie

home page