NOTIZIE 2009

 

Subito l’immunità per i produttori del vaccino dell’influenza suina

Di F.William Engdahl


da Mondialisation.ca


Traduzione per italiasociale di Stella Bianchi

Il ministro della Sanità e dei Servizi Sociali americano signora Kathleen Sebelius, ha appena firmato un decreto che accoglie le richieste dei produttori di vaccino al fine di garantir loro la completa immunità dovuta ad eventuali cause relative l’uso del vaccino contro l’influenza suina.

Inoltre , vi sono 7 bilioni di dollari americani stanziati in tutta fretta dal Governo per un veloce programma di distribuzione vaccini nel mercato in tempo prima della stagione autunnale dell’influenza.C’è per caso allo studio una campagnia d’isterismo all’Organizzazione mondiale per la Sanità per dichiarare il cosiddetto H1N1 un minaccioso virus pandemico?

In primo luogo né l’Organizzazione Mondiale per la Sanità né il Centro per il Controllo delle Malattie o alcun altro ente scientifico ha dimostrato richieste-prova dell’esistenza del presunto H1N1 influenza A, questo nuovo virus che esige di venir isolato scientificamente, caratterizzato e fotografato con il microscopio elettronico –norma a procedura scientificamente approvata già in uso come base per dichiarare una minaccia globale di pandemia.
L’attuale campagna ufficiale di panico enfatizzava il pericolo che l’influenza suina potesse assumere rapidamente dimensioni fantascientifiche come quelle di un romanzo di George Orwell. Il documento firmato da Sebelius accordava l’immunità per coloro che producevano il vaccino dell’influenza suina in previsione della legge del 2006 per le emergenze della salute pubblica.

L’esperto non è poi così ESPERTO.

Una volta a Ginevra ,l’Organizzazione Mondiale per la Sanità secondo l’indicazione della Strategic Advisory Group on Immunization dichiarò che H1N1 era nella fase 6 o di Pandemia e che avrebbero dovuto essere attivate risposte automatiche d’ emergenza in ogni paese come la Germania dove si riferiva di epidemie sospette di H1N1 che avrebbero potuto esser calcolate al massimo sulle dita di una mano .

L’esperto dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità rappresenta anche un meritevole esame critico.Il suo presidente dal 2005 è stato il britannico direttore dell’immunizzazione al British Departement of Healt , dr.David Salisbury.Nel 1980 secondo quanto si dice, Salisbury fu attaccato per il rientro massivo di vaccini destinati ai bambini soprattutto gli MMR(Vaccino trivalente morbillo,orecchioni e rosolia ndt) prodotti da precedenti società della GlaxoSmithKline.
Questo vaccino fu tolto dal mercato in Giappone dopo che un significativo numero di bambini svilupparono sfavorevoli reazioni e il governo Giapponese fu costretto a pagare ingenti somme alle vittime.
In Svezia il vaccino MMR della GlaxoSmithKline fu tolto dopo che alcuni scienziati lo collegarono alle epidemie del morbo di Crohn.
In un primo momento, tutto ciò ebbe un impatto relativo sull’ESPERTO presidente Salisbury.

Secondo Alan Golding,un investigatore inglese indipendente che ottenne libertà di informazione di documenti sul caso, nel “1986 Trivirix, un MMR ,un composto che conteneva Mumps(orecchioni)Urabe filtrato AM9 fu introdotto in Canada per sostituire lo MMR I.
Relazioni sono state registrate per quanto riguarda l’introduzione del MMR in Inghilterra nei momenti del Lavoro Associato della Squadra del Brititish Pediatric e The Joint Committee on Vaccination and Immunization Liaison Group il 26 giugno di quest’anno.
Tali relazioni furono presto dimostrate ben fondate come notizie iniziate e giunte con l’aumento dell’incidenza delle meningiti asettiche nei bimbi vaccinati individualmente.
In definitiva tutti i vaccini MMR contengono Urabe filtrato per gli orecchioni,e furono ritirati in Canada agli inizi del 1988.
Questo fu prima che l’Urabe contenuto nei vaccini fosse autorizzato dal Dipartimento della Salute in Inghilterra..”.


La relazione aggiunge che :” Smith-Kline-French, la casa farmaceutica che divenne poi Smith-Kline-Beecham , e che a quel tempo fu coinvolta in Inghilterra in questa produzione , era preoccupata sul come uscirne fuori, ed era riluttante nell’acquisire un brevetto inglese per il suo vaccino che conteneva Urabe.Come risultato della loro preoccupazione fu che i bambini avrebbero potuto avere danni severi da uno di questi prodotti ,così fu richiesto che il governo inglese le assicurasse contro possibili azioni legali che avrebbero potuto coinvolgerle come risultato delle perdite correlate al vaccino, del quale ormai era conosciuto il rischio che ne derivava per la salute.
Il governo inglese consigliato dal prof.Salisbury e dai rappresentanti del Dipartimento della Salute, nel loro entusiasmo immisero il vaccino in circolazione a buon mercato , assecondando questa richiesta..

Oggi lo stesso dr.Salisbury è fautore della proliferazione mondiale dei vaccini H1N1 non testati, anche prodotti dalla stessa azienda, ora chiamata GlaxoSmithKline.


L’ultimo fasullo disastro dell’Influenza Suina.

L’ultima volta che il governo degli Stati Uniti aveva fatto fronte al nuovo virus dell’Influenza Suina è stato nel 1976.
C’era stata una campagna nazionale per le vaccinazioni durante la quale furono in seguito archiviate migliaia di richieste che contenevano le lamentele sulle sofferenze patite dalle persone danneggiate.
Allora il governo mosse i suoi passi per prevenire qualsiasi azione legale nei confronti di quelle migliaia di cittadini statunitensi che soffrivano per le gravi complicazioni risultanti dalla somministrazione di vaccini non testati.


Nel 1976, il Presidente Gerald Ford, nell’affrontare la difficile campagna per la sua rielezione, fu consigliato dal responsabile in capo del Centers for Disease Control ,David Sencer di lanciare una massiva vaccinazione a livello nazionale.
Come oggi con il virus H1N1 dell’Influenza Suina,Sencer ha utilizzato il presunto panico dell’influenza pandemica del 1918.In particolare qualche scienziato ricercatore asserisce che i decessi avvenuti durante l’ondata influenzale tra il 1918 e il 1919 come conseguenze dell’orrendo Primo Conflitto Mondiale non derivassero dagli effetti stessi del virus ma dalla campagna nazionale dei vaccini contro l’influenza spagnola.
In un certo qual modo anche la Rockefeller University and Foundation fu al centro di questo evento .

Casi che vennero allora definiti influenza suina furono riscontrati nel 1976 in alcuni soldati a Fort Dix in New York e vi fu anche un decesso.
Questo caso accertato di decesso è controverso poiché ci si è chiesto come mai il soldato ammalato di influenza fosse stato messo alle marce forzate a dispetto della sua indisposizione e questo poi morì.
Ma tale evento fu usato da Sencer per convincere Ford a lanciare uno tra i più famigerati fallimenti della pubblica sanità della storia americana, un fallimento che ultimamente sta forzando sulle dimissioni di Sencer da capo dei Centers for Disease Control.

Funzionari federali hanno vaccinato 40 milioni di Americani durante la campagna nazionale.
Una pandemia non si è mai materializzata, ma migliaia di coloro che sono stati colpiti dai danni inferti reclamano come coloro che hanno contratto una condizione di paralisi chiamata sindrome di Guillain-Barre o altri effetti collaterali.
Almeno 25 persone morirono dopo aver effettuato il vaccino e queste vittime crearono uno scandalo nazionale.
Alla fine del 1976 il vaccino dell’Influenza Suina si dimostrò alla lunga peggiore della malattia stessa.

Sencer fu licenziato nel 1977 per il fallimento ma da allora il danno era già stato fatto.

La storia sta peggiorando.Ora che l’amministrazione Obama ha firmato un documento per l’immunità dal procedimento legale la Food and Drug Amministration negli Stati Uniti e le autorità della Sanità in Gran Bretagna hanno deciso di lasciare Big Pharma mettere sul mercato il vaccino prodotto prima di qualsiasi tests , se possibile con nocivi effetti collaterali già conosciuti.

Le prime dosi di vaccino per l’influenza suina sarebbero state date al pubblico prima che la totalità dei dati della loro sicurezza ed efficacia divenissero applicabili.I vaccini non testati dell’influenza sarebbero stati diffusi in due dosi e su vasta scala e con un’etichetta che riportava il contenuto chimico additivo e coadiuvante da produrre un effetto che “và oltre” la drammatica e potenziale crescita del rischio effetti collaterali.

I bambini saranno tra coloro che in prima linea verranno colpiti e potranno assumere il vaccino almeno un mese prima dei risultati conseguiti del collaudo.

In Inghilterra il governo attraverso il Servizio Nazionale della Sanità ha ordinato un piano per il peggiore degli scenari ipotizzabili, durante il quale l’influenza suina potrebbe causare 65.000 decessi con l’arrivo dell’inverno compresi parecchi migliaia di decessi tra i bimbi.


Il governo inglese ha piazzato ordini in anticipo per 132 milioni di dosi di vaccino con due case produttrici, la Glaxo-SmithKline e la Baxter che avevano rilasciato “anticipatamente” la licenza per tre vaccini “nucleo” in preparazione per la pandemia convenientemente sufficienti anche se era stato detto dall’Organizzazione Mondiale per la Sanità e dagli epidemiologhi che non si sarebbe potuto preparare in anticipo per questa evenienza poiché il virus avrebbe potuto subire sinistre mutazioni e allo stato attuale il virus H1N1 era solo un lieve problema.

Curiosamente bastante , un intero anno prima qualsiasi caso riferito sull’attuale dichiarato H1N1 , la principale industria farmaceutica , Baxter registrò il brevetto per il vaccino H1N1: Baxter Vaccine Patent Application US 2009/0060950 A1.
La loro applicazione dichiara che “la composizione del vaccino include più di un antigene ….quale influenza A e influenza B in particolare selezionate da uno o più di quelli umani H1N1, H2N2, H3N2, H5N1,H7N7,H1N2,H9N2,H7N2,H7N3, H10N7 sottotipi , dell’influenza suina H1N1,H1N2,H3N1 e H3N2 sottotipi, influenza canina o dell’orso H7N7,H3N8 sottotipi o dell’influenza aviaria H5N1,H7N2,H1N7,H7N3,H13N6,H5N9,H11N6,H3N8,H9N2,H5N2,H4N8,H10N7,H2N2,H8N4,H14N5,H6N5,H12N5 sottotipi”.

L’applicazione dichiara altresì che “ Idonei coadiuvanti possono essere selezionati da gel minerali, idrossido di alluminio,sostanze di superficie attiva ,lisolcitina,pluronic polysol,polyanions o emulsioni di olio quali in olio o in olio e acqua o una combinazione thereof ”.
E’ inteso che la selezione dei coadiuvanti dipende dall’uso desiderato. Come dire che la tossicità potrebbe dipendere dall’ organismo del soggetto destinatario e può variare da una bassa ad un’alta tossicità.
Invece, senza alcuna responsabilità legale potrebbe essere che Baxter si prepari ad acquisire milioni di dosi contenenti un coadiuvante ad elevato dosaggio del tossico alluminio idrogenato?
Forse è ora di chiedere a tutti gli alti dirigenti dell’Organizzazione Mondiale per la Sanità, al SAGGIO , al Centers for Disease Control ,all’amministrazione USA dei dirigenti di Gabinetto di Obama un passo avanti per essere i primi ad assumere una dose intera dell’attuale vaccino H1N1 elargito al pubblico senza i dovuti parametri. Potremmo aggiungere alla lista dei destinatari dei consigli tutti i membri del Congresso che hanno votato i 7 bilioni di dollari trovati per l’emergenza dell’H1N1 e chi era andato avanti con la dichiarazione dell’immunità per le case farmaceutiche con la successivo processo per danni derivati dai loro prodotti.Non sarebbero i primi esseri umani-cavie ad assumere i colpi del nuovo vaccino..Possiamo osservare i risultati.La stessa cosa può essere applicata anche ad altri governi nazionali e relativi enti che si occupano della salute chiedendo ai loro cittadini di prendere il vaccino H1N1 della GlaxoSmithKline o della Baxter,per vedere se fa veramente bene.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha fermato ogni rilevamento del vaccino H1N1.


Un altro indizio che il mondo è stato colto da colossale stupidità è che l’Organizzazione Mondiale della Sanità relativamente allo spaventoso scenario dell’Influenza Suina, aveva dapprima raccomandato di monitorare le epidemie , chiamate pandemie o anche epidemie a livello mondiale, poi invece ha deciso di sospendere di tracciare l’Influenza Suina


L’Organizzazione Mondiale per la Sanità in una nota all’incontro inviata al loro sito Web ,indica un avvertimento sconcertante nel quale si dice che non si vorrebbe più tracciare le epidemie di H1N1.
Nell’ultima riunione aggiornata al 6 luglio, l’Organizzazione ha mostrato 94.512 casi confermati in 122 paesi , con 429 decessi..
L’Organizzazione in apparenza pretende che i numeri di laboratorio confermati siano dei casi attualmente privi di significato.
La nota dell’incontro sostiene che i paesi in questione vorrebbero ancora essere interessati nel relazionare i loro primi e pochi casi confermati. Inoltre dice che questi paesi dovrebbero far attenzione ai gruppi di calamità che potrebbero indicare il virus mutante verso una forma più letale..Altro “segnale da tener in considerazione” -continua la nota-quando l’assenteismo scolastico blocca tutto e si impennano gli accessi in ospedale.

Il Center for Diseases Control di Atlanta è d’accordo con l’Organizzazione Mondiale per la Sanità di smettere il conteggio.
Il dr. Michael T.Osterholm direttore del Center for Infectious Disease Research and Policy dell’Università del Minnesota ammette che ci sono dei test che confermano l’influenza A H1N1 ma che non sono ancora certi e che comunque, bisogna prendere o lasciare.”Cattivi provvedimenti possono essere peggio che non prendere affatto misure”-ha affermato..
Così l’Organizzazione Mondiale per la Sanità ha deciso di lasciare i test che in ogni caso non avrebbero dato una fotografia scientifica di chi ha contratto l’H1N1 o meno e hanno anche deciso di lasciar perdere di calcolare qualsiasi test risultante o qualsiasi caso di H1N1 nel mondo con il commento che “possiamo quasi presumere che tutti i casi sono di Influenza Suina H1N1”.
Questo è quanto suppone la scienza, ma su quali basi abbiamo detto di vaccinare i nostri giovani? Ci risiamo: non con i nostri figli!

F.William Engdahl autore di Full Spectrum Dominance:Totalitari Democracy in the New World Order

F.William Engdahl è il principale analista del New World Order, autore del libro più venduto sul petrolio e sulla geopolitica.,Un secolo di Guerra:la politica Anglo-Americana e il nuovo ordine mondiale.Questo libro è stato tradotto in più di dodici lingue.

Le considerazioni di Engedahl sui semi della distruzione.


Quel che c’è di tanto spaventoso nella visione del mondo di Engdahl è il fatto che questa sia così realistica.Sebbene la nostra cultura sia stata costruita sugli ideali umanistici,in questa nuova era di ”liberi mercati”, ogni cosa come la scienza, il commercio, l’agricoltura e anche i semi, sono diventati armi nelle mani di pochi enti baroni mondiali e la politica dei loro compagni di viaggio.
Ottenere il dominio del mondo non dipende più dall’esercizio delle baionette.
Ciò di cui c’è bisogno è del controllo della produzione di cibo(Dr.Arpad Pusztai biochimico precedentemente alla Rowett Research Institite Institute,Scotland).
Se si vuole apprendere il programma socio-politico , come mai gli enti biotecnologici insistono nell’estendere i semi OGM in tutto il mondo-si dovrebbe leggere l’attenta ricerca di questo libro.
Si imparerà come questi enti vogliano realizzare il controllo su tutto il genere umano e perchè noi dobbiamo resistere(Marijan Jost,Professore di Genetica,Krizevci,Croazia).
Il libro narra come un misterioso assassino di un’incredibile dimensione, nelle quali quattro giganti Anglo-Americani implicati in affari agroalimentari non esitano ad usare gli Ogm per guadagnare il controllo sui nostri mezzi di sussistenza(Anton Moser,Professore di Biotecnologie, Graz,Austria).

01/08/2009


pagina delle notizie

home page