Libri

 

Gianfranco Peroncini, La guerra di Suez, Edizioni all'insegna del Veltro, Parma, pp. 48, € 5,00

 

Acquistabile su Unilibro

 

    Cinquant'anni fa, mentre l'attenzione mondiale era attratta dalla rivolta d'Ungheria, l'entità criminale sionista attaccava l'Egitto.

    I sionisti avevano concertato in segreto coi governi di Parigi e Londra che da questi ultimi sarebbe stato lanciato un ultimatum alle parti in lotta, di modo che il cessate il fuoco avrebbe avvantaggiato gli aggressori. Francia e Inghilterra intimarono dunque all'aggredito e all'aggressore di ritirarsi a sedici chilometri dal Canale di Suez, onde consentire l'insediamento di truppe franco-britanniche a Porto Said, a Ismailia e a Suez; diversamente, queste città egiziane sarebbero state occupate con la forza.

    Ad ogni buon conto, le popolazioni civili dell'Egitto furono sottoposte a bombardamenti terroristici. "Dobbiamo bombardarvi, dovunque vi troviate..." diceva un volantino britannico, minacciando agli Arabi spaventose carneficine. Per quanto declassata al rango di potenza di second'ordine, l'Inghilterra non aveva perduto le vecchie abitudini.

    Nasser esortò gli Egiziani a sopportare coraggiosamente i bombardamenti e fece distribuire le armi alla popolazione del Delta, nella prospettiva di una resistenza popolare contro gli aggressori. Il 5 e il 6 novembre, nella zona del Canale furono lanciate truppe paracadutate, le quali solo a fatica riuscirono a occupare Porto Said, strenuamente difesa dalla popolazione civile. Erano altri tempi, e l'URSS inviò un ultimatum ai tre governi aggressori, mentre Siria e Arabia Saudita decretavano nei loro confronti il blocco delle forniture di petrolio e l'India minacciava di ritirarsi dal Commonwealth.

    L'aggressione cessò.

    Il caporione criminale sionista Ben Gurion decorò il presidente del consiglio francese e due suoi ministri con una medaglia sulla quale era inciso il motto biblico: "La tua destra è il mio sostegno".

 

23/07/2006


pagina dei libri

home page

archivio 2006

archivio 2005

archivio 2004

archivio 2003