LIBRI 2009

 

 
DEPECHE MODE

Narrativa- pp.gg 192- euro 14- Marzo 2009
 
L’epocale caduta del regime sovietico è a un passo, siamo nella città di Charkiv (la più abitata in Ucraina) negli anni Novanta: ecco narrati i primi cambiamenti d’una terra e d’ un popolo che si scopre libero, disorientato dalla prossima libertà e che muove i primi passi tra le rovine del passato.
Tra vodka, disordini, violenza, povertà, spaccio di droga e cameratismo la storia corale di un gruppo di amici in un paese dove la radio di regime racconta i Depeche Mode facendoli diventare irlandesi.
Lo stile di Zhadan è un'atipica commistione di monologo interiore, prosa lirica, dialoghi cinematografici e satira culturale e politica.
Flash, frammenti fulminanti, bozzetti di adolescenti brancaleoneschi, fotografie della gioventù d'una nazione nel momento del passaggio da un mondo a un altro.

  
Sergei Zhadan
Letterato ucraino classe 1974. Ex enfant prodige della poesia, salutato come “The Ukrainian Rimbaud”, in narrativa è esploso pubblicando "Depeche Mode" e "Anarchy in the UKR". Cresciuto nell'Ucraina dell'Est, nella regione di Luhansk, ha studiato Letteratura Ucraina e Tedesca, con un dottorato in Futurismo Ucraino.
È stato tradotto in Germania da Surhkamp.
Zhadan è il portabandiera della nuova generazione di artisti liberi dal soviet - assieme al bulgakoviano e lovecraftiano Ljubko Deresh.


Alex Pietrogiacomi
Ufficio Stampa Castelvecchi Editore
347 8057496- alex@castelvecchieditore.com

Castelvecchi Editore
Via Isonzo 34 00198 Roma

29/01/2009


home page

archivio 2006

archivio 2005

archivio 2004

archivio 2003